Coronavirus e comunicazione: il dominio del digitale

Coronavirus e comunicazione: il dominio del digitale

Con la quarantena in casa, con il contagio da Coronavirus, in un lampo tutta la comunicazione è diventata digitale. Anche quelli che ne prima ne diffidavano hanno dovuto fare i conti con una serie di strumenti per il lavoro a

Comunicare da libero professionista: videomessaggi con Loom

Comunicare da libero professionista: videomessaggi con Loom

La quarantena causata dal Coronavirus ha certamente aumentato di molto l’utilizzo di alcune modalità di comunicazione digitali. Tanti liberi professionisti – avvocati, ingegneri, architetti, medici, eccetera – hanno finalmente capito che alcuni sistemi di lavoro non potranno più essere gli

Coronavirus e comunicazione: i social sono protagonisti positivi o negativi?

Coronavirus e comunicazione: i social sono protagonisti positivi o negativi?

Soffermiamoci su alcuni aspetti della comunicazione ai tempi del Coronavirus. In questo video riflettori puntati sui social media.Erano già onnipresenti prima, ora sono tra i protagonisti assoluti della vita delle persone. Dal punto di vista comunicativo stanno avendo una partedeterminante

Coronavirus, “io resto a casa” e la furbizia degli italiani

Coronavirus, “io resto a casa” e la furbizia degli italiani

Avvertenza, questo commento è decisamente polemico. Quindi se ti fai bastare le canzoni al balcone o papa Bergoglio che cammina (senza autocertificazione) per via del Corso a Roma, passa avanti. E non leggerlo. Mi rivolgo alla bestiolina schifosa del Coronavirus.

Coronavirus, se ci fosse un vaccino ti vaccineresti? Anche se eri no-vax?

Coronavirus, se ci fosse un vaccino ti vaccineresti? Anche se eri no-vax?

Solo una piccola riflessione, senza nessun risvolto polemico, giuro. Dire cose scomode, in giornate di angoscia come queste, per tanti è sin troppo facile. Per altri è arduo, difficilissimo, ti fa esaminare pesi e contrappesi. Io appartengo al secondo gruppo.

Dorothea Wierer trionfa nel biathlon ma non sui mass media. La comunicazione è ingiusta?

Dorothea Wierer trionfa nel biathlon ma non sui mass media. La comunicazione è ingiusta?

Le medaglie d’oro della straordinaria atleta altoatesina Dorothea Wierer, e la sua indubbia bellezza, avrebbero dovuto darle da anni una grande notorietà nazionale.Invece è tuttora relegata in seconda fila. Perché? Rispondiamo facendo qualche ragionamento sui meccanismi, per niente giusti, del

Come comunicare il flop del Reddito di Cittadinanza?

Come comunicare il flop del Reddito di Cittadinanza?

Il Reddito di Cittadinanza è stato inutile e disastroso. Come si gestisce un flop così? In tre modi. Puoi nasconderti, puoi insistere, oppure puoi chiedere scusa e dire “ho sbagliato”. Un atto di coraggio comunicativo che puoi fare solo se

Comunicazione: la credibilità è sempre più importante della notorietà

Comunicazione: la credibilità è sempre più importante della notorietà

Per fare comunicazione al meglio non bastano solo i social media. Servono anche i mass media tradizionali, come la televisione e i giornali. Infatti, soprattutto per i liberi professionisti, ma anche per tutte le aziende, sia grandi che piccole, la

Le Sardine criticate sui social: capire in anticipo le conseguenze della propria comunicazione

Le Sardine criticate sui social: capire in anticipo le conseguenze della propria comunicazione

Le Sardine sommerse dalla critiche sui social, prima per la foto con Benetton, poi per la proposta di Erasmus tra nord e sud Italia. La comunicazione di temi importanti si gioca su equilibri sottili: è indispensabile prevedere con attenzione le

Il digital e i social media aumentano la visibilità delle notizie cretine?

Il digital e i social media aumentano la visibilità delle notizie cretine?

Google Maps ingannato da un carretto con 99 telefonini. Una notizia di per sé cretina, che però ha avuto un grande risalto. Facciamo un paio di riflessioni a riguardo, tra mondo digitale, quotidianità e social media…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: