#100parole-giovani-lavoro-studio
Se i nostri ragazzi perdono la motivazione, saremo un paese che si avvia alla sconfitta (foto da pexels-photo-69315-photo by Lukas Horak)

NEET, un acronimo che diventerà familiare. Identifica (Not in education, employment or training) i giovani sotto i 25 anni che né studiano, né cercano lavoro.

L’Italia è il paese europeo che ha più NEET: il 19,9%. La media EU è 11,5%.

Mentre l’Europa riprende a camminare spedita, l’Italia arranca. Come disoccupazione giovanile siamo al 40,3% (dati 2015), peggio di noi fanno solo Grecia e Spagna.

Ormai siamo il Bel Paese del Precariato: il 15% dei lavoratori tra 15 e 39 anni. In Gran Bretagna la quota è del 5%.

Stiamo affondando nel Mediterraneo ma facciamo ancora finta di niente?

Fino a qui le parole di questo articolo sono 99.
La centesima è: NEET

 


#100parole raccoglie brevi riflessioni sulla nostra società, che non vanno mai al di là delle cento parole di lunghezza, tenendo sempre un occhio di riguardo ai meccanismi della comunicazione.

Sono articoli che, prendendo ispirazione da argomenti in evidenza, vogliono fornire qualche spunto di riflessione e di confronto. O, almeno, ci provano.

L'impegno è di non barattare mai la rapidità del leggere con la banalità dello scrivere.
#100parole. L’Italia che affonda: un giovane su 5 non studia né lavora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: